Back to Top

Mercoledì, 03 Aprile 2024 00:00

Olio essenziale di Lavanda nel trattamento dell'ansia In evidenza

Scritto da 
Vota questo articolo
(2 Voti)    
  • Utilizzo: Ottime
  • Documentazione: Molto approfondite
  • Per gli acquisti: Sufficienti
  • Storia: Buone
  • Bambini: Non abbiamo riscontrato particolari avvertimenti in realzione all'uso sui Bambini

1. Introduzione

2. Cosa dicono gli studi

3. Come usarlo

4. Documentazone

 

Introduzione  

La Lavanda è uno dei più antichi alleati della salute umana, conosciuta ed utilizzata con metodo già nel Medioevo.

Tra i tantissimi utilizzi noti di questa preziosa pianta, poco diffusa è la consapevolezza di come (e quanto) agisca sul nostro umore e stati d'animo, aiutando in caso di di ansia.

Queste proprietà sono state da tempo osservate e confermate anche da studi scientifici, sempre più interessati al conoscere approfonditamente le potenzialità di ciò che ci offre la natura nell'ambito del trattamento esclusivo (o concomitante a farmaci come le benzodiazepine) dei disturbi dell'umore.

 

Cosa dicono gli studi

L'olio essenziale di Lavanda è un miracolo della natura. Contiene due monoterpeni in particolare, linalolo e linalil acetato, capaci di influenzare il nostro sistema nervoso centrale, probabilmente grazie all'interferenza con la produzione di Glutammato K e GABA, i neurotrasmettitori utili a scatenare le dinamiche dell'eccitazione.
Questa proprietà, unita alla piacevolezza dell'aroma di lavanda, risulta quindi eccellente come Rimedio Naturale quale sedativo (ma non solo), privo di effetti collaterali.

 

"La lavanda è stata utilizzata in uno studio nel trattamento dei disturbi d’ansia e delle condizioni correlatein tre studi clinici che hanno valutato l'efficacia della preparazione orale di olio di lavanda (silexan; un olio essenziale prodotto dai fiori di lavanda mediante distillazione a vapore). Somministrata una volta al giorno alla dose di 80 mg/giorno, nel disturbo d'ansia subsindromico (misto) e nel disturbo d'ansia generalizzato, così come irrequietezza e agitazione. L’effetto ansiolitico della lavanda è stato superiore al placebo in 221 pazienti affetti da disturbo d’ansia.
Inoltre, la lavanda ha migliorato i sintomi associati come irrequietezza, disturbi del sonno e disturbi somatici e ha avuto un influsso benefico sul benessere generale e sulla qualità della vita. In linea con questo studio, è stata studiata l’efficacia di un’assunzione per 6 settimane di una preparazione orale di olio di lavanda (Silexan, 80 mg/giorno), rispetto al lorazepam, negli adulti con disturbo d’ansia generalizzato. Questo studio indica che la lavanda migliora efficacemente l’ansia generalizzata paragonabile a 0,5 mg di lorazepam al giorno ...
L'attenuazione dell'ansia e il miglioramento dell'umore sono stati segnalati in trentasei pazienti ricoverati in un'unità di terapia intensiva, che hanno ricevuto aromaterapia con olio di lavanda (diluito all'1% di concentrazione)...
Gli stessi risultati sono stati riportati per quattordici pazienti di sesso femminile in trattamento con emodialisi cronica... Un sondaggio condotto in un reparto di degenza neurologica di lunga degenza ha mostrato un aumento dei punteggi dell'umore e una riduzione del disagio psicologico in seguito all'aromaterapia con lavanda accompagnata da melaleuca e rosmarino...
Uno studio sull’effetto dell’aromaterapia alla lavanda (diluita al 2% di concentrazione) sull’ansia e sulla depressione nelle donne ad alto rischio dopo il parto ha mostrato un miglioramento significativo della Edinburgh Postnatal Depression Scale e della Generalized Anxiety Disorder Scale dopo quattro settimane consecutive di somministrazione di lavanda. L'odore della lavanda riduce l'ansia nei pazienti odontoiatrici..." vedi
 

Come utilizzarlo


L'olio essenziale di Lavanda può essere assunto puro, toccato a mani nude e inalato senza gravi effetti collaterali e controindicazioni (salvo personale allergia), ma è bene approfondire gli aspetti legati ad un utilizzo sicuro dell'Olio Essenziale di Lavanda nella scheda di base.

 

Come tutti gli oli essenziali, è estremamente volatile e non diluibile in acqua.
Per trattare l'ansia, sembra essere molto efficacie l'inalazione, in un tempo utile di almeno 10 minuti.
E' quindi ideale sciogliere 3 gocce di olio essenziale di Lavanda in poche gocce di olio vegetale e mantenerlo vicino al naso, ad esempio impregnando uno straccetto di cotone da posizionare sul cuscino dove dormiamo, allontanandolo in caso il profumo risulti troppo forte.
Può anche essere massaggiato direttamente sulla pelle.
Sono stati studiati anche gli effetti dell'ingestione, solitamente 80 mg/die e non risulta avere significativi effetti secondari. Si possono assumere dunque 3 gocce con un cucchiaino di marmellata o altro di gradevole, prima di coricarsi e/o al bisogno.
In commercio esistono diversi prodotti fitoterapici a base di olio essenziale di lavanda, già pronti al consumo e disponibili in erboristeria, parafarmacia e farmacia.

 

Documentazione

Informazione
Pubblicazione
Anno
V
VV
U
Informazioni e studi sull'Efficacia

- In questo articolo esaustivo, sono riportati una serie di studi significativi di tipo clinico, sull'efficacia della Lavanda (dei suoi componenti attivi) contro stress e ansia.

"Lavender Oil for Anxiety and Depression

Review of the literature on the safety and efficacy of lavender"

2014

S

X

N
Informazioni e studi sull'Utilizzo
- Nessuna informazione disponibile al momento.
Informazioni e studi su Avvertenze, Rischi, Effetti collaterali
- Nessuna informazione disponibile al momento.
Legenda: 
"V" = Verificato
"VV" = Informazione o studio In Vivo
"U" = Informazione o studio riferito strettamente alla specie Umana
Letto 173 volte Ultima modifica il Giovedì, 11 Aprile 2024 11:17

Lascia un commento

Puoi commentare, segnalare o aiutare a migliorare i contenuti che stiamo raccogliendo.
Ti ringraziamo per ogni contributo chiedendoti di rispettare le comune natiquette.

Disclaimer

  • Disclaimer

    INatural.it diffonde contenuti raccogliendo informazioni e studi scientifici (dove possibile verificati e verificabili) a solo scopo informativo/divulgativo e NON si avvale della consulenza o partecipazione (se non occasionale e sporadica) di medici specializzati.

    Le informazioni diffuse da INatural.it hanno solo carattere divulgativo e non possono quindi, in alcun modo, intendersi come sostitutive di consulti o atti medici qualificati, né riferirsi a specifici casi singoli, per i quali si invita SEMPRE a consultare il proprio medico curante.

    Gli autori non sono dunque responsabili di eventuali conseguenze o danni (diretti o indiretti) derivanti da un utilizzo (proprio od improprio) dei contenuti qui pubblicati, diverso da quello meramente informativo.

    Nonostante la scrupolosa cura adoperata nell'elaborare e nel verificare fonti e informazioni, non è possibile garantire contenuti esenti da errori, dimenticanze o informazioni parziali. Invitiamo quindi a segnalarci eventuali problemi ed imprecisioni riscontrati per una pronta correzione od integrazione.

    INatural.it ed i suoi autori, non sono responsabili di quanto pubblicato dai lettori nei commenti ai post e non sono altresì responsabile dei siti collegati tramite link, né dei loro contenuti, che possono essere soggetti a variazioni nel tempo.

    Le immagini presenti su INatural.it vanno intese a solo titolo dimostrativo; sono coperte da copyright solo ove indicato ed altrimenti di libera diffusione. Invitiamo a segnalarci eventuali erronee ed involontarie violazioni di copyright allo staff. Il materiale verrà rimosso il più presto possibile.

    INatural.it NON rappresenta una testata giornalistica, in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità  pertanto, non è un prodotto editoriale sottoposto alla disciplina di cui all’art. 1, comma III della L. n. 62 del 7.03.2001.


    Commenta per primo!