Back to Top
Vota questo articolo
(6 Voti)

L'Olio essenziale di Timo ha effetti antiinfiammatori grazie alla sua speciale composizione ricca di carvacrolo e timolo. L'assenza di un patrimonio di studi a riguardo si compensa con l'esperienza tradizionale e il diffondersi delle esperienze in rete, accompagnate da pochi studi con cui si sono intuiti i meccanismi grazie a cui di fatto è efficace.

Uno studio in vitro in particolare afferma che l'oe di timo agisce inibendo la produzione di COX-2, cioè regolando il processo infiammatorio e aiutando la guarigione in seguito ad eventuale lesione, rafforzando il valore dell'utilizzo di questo olio per trattare infiammazioni articolari come la Tendinite (Tendinopatia Achillea).

Non sono chiari dosaggi e tempistiche in merito all'utilizzo reale con propositi antiinfiammatori delle articolazioni. Possiamo per ora riportare solo le raccomandazioni generiche delle case produttrici che raccomandano di diluire 10/15 gocce in 100 gr di olio vegetale, poiché sono possibili effetti di sensibilizzazione dovuti in particolare al timolo.

Inoltre, esattamente come l'olio essenziale di Origano, il contatto anche accidentale con le mucose può scatenare un forte bruciore per alcuni minuti.

Un test preliminare per accertare la tolleranza della nostra pelle consiste nell'applicare all'interno del polso un piccolo dosaggio del soluto che andremo ad usare, che in caso di irritazione, potrebbe farci deviare su un olio spesso definito irritante eppure più delicato sulla pelle: l'Olio essenziale di Origano.

 

Informazione
Pubblicazione
Anno
V
VV
U
Informazioni e studi sull'Efficacia: 
Lo studio suggerisce come il Carvacrolo regoli il COX-2 "Carvacrol, a component of thyme oil, activates PPARalpha and gamma and suppresses COX-2 expression"
Hotta M1, Nakata R, Katsukawa M, Hori K, Takahashi S, Inoue H. (->)
2010 S N N
Informazioni e studi sull'Utilizzo: Nessuna informazione disponibile al momento.
Informazioni e studi su Avvertenze, Rischi, Effetti collaterali: Nessuna informazione disponibile al momento.
Legenda: 
"V" = Verificato
"VV" = Informazione o studio In Vivo
"U" = Informazione o studio riferito strettamente alla specie Umana

Crediti Immagine: "Farigola - Tomillo - Thyme (Thymus vulgaris) 4" di Ferran Turmo Gort - Alcuni diritti sono riservati

 



Vota questo articolo
(3 Voti)

Le moderne conoscenze sull'Olio essenziale di Timo ed in particolare sugli effetti antiinfiammatori dei suoi componenti, sopratutto quando applicati nella loro intera composizione naturale, sono da tempo consolidate. Gli studi però come sempre sono pochi, spesso fatti su animali e quindi per lo più inutili per i nostri scopi.

Riportiamo dunque un solo studio in vitro con il quale è stato approfondito il meccanismo con cui (in particolare il carvacrolo) agisce inibendo la produzione di COX-2, quindi regolando il processo infiammatorio e aiutando la guarigione in seguito ad eventuale trauma. Ciò conferma l'Olio essenziale di Timo (o i similari Olio Essenziale di Origano ed Olio essenziale di Melaleuca) come potenzialmente usabile in maniera soddisfacente in caso di infiammazioni articolari quali la Borsite in ogni sua manifestazione.

L'assenza di studi clinici rende al momento purtroppo indisponibili dati su concentrazioni consigliate a tale scopo. La raccomandazione generica da parte delle case produttrici è di utilizzarlo ampiamente diluito (10/15 gocce ogni 100 gr di olio vegetale), poiché è noto per essere potenzialmente sensibilizzante

Inoltre, esattamente come l'olio essenziale di Origano, il contatto anche accidentale con le mucose può scatenare un forte bruciore per alcuni minuti.

Al fine di procedere in sicurezza, è spesso consigliato un test preliminare che consiste nell'applicare all'interno del polso un piccolo dosaggio del soluto che andremo ad usare per accertare la buona tolleranza. In caso di irritazione, la nostra modesta esperienza ci ha fatto verificare un più delicato approccio usando piuttosto l'Oe di Origano.

Per quello che può valere, diverse esperienze che si trovano in rete parlano invece di applicazioni con concentrazioni più alte senza particolari effetti segnalati.

 

Informazione
Pubblicazione
Anno
V
VV
U
Informazioni e studi sull'Efficacia: 
Lo studio suggerisce come il Carvacrolo regoli il COX-2 "Carvacrol, a component of thyme oil, activates PPARalpha and gamma and suppresses COX-2 expression"
Hotta M1, Nakata R, Katsukawa M, Hori K, Takahashi S, Inoue H. (->)
2010 S N N
Informazioni e studi sull'Utilizzo: Nessuna informazione disponibile al momento.
Informazioni e studi su Avvertenze, Rischi, Effetti collaterali: Nessuna informazione disponibile al momento.
Legenda: 
"V" = Verificato
"VV" = Informazione o studio In Vivo
"U" = Informazione o studio riferito strettamente alla specie Umana

Crediti Immagine: "Thymus praecox subsp. praecox (48°11' N 16°28' E)" di Hermann Falkner - Alcuni diritti sono riservati

 

Vota questo articolo
(2 Voti)

Da sempre il Timo è usato per in caso di infezione respiratoria. L'efficacia dei suoi principi attivi, somministrati attraverso sciroppi (si trovano in commercio, ma stiamo cercando e sperimentando delle buone ricette per l'autoproduzione), inizia ad essere studiata con ottimi risultati.

Ecco i dati e gli studi raccolti dal web e da altre fonti.