Back to Top
Lacerazione del parto, Episiotomia, Lacerazione perineo

Lacerazione del parto, Episiotomia, Lacerazione perineo (1)

 

Il parto naturale durante la fase di espulsione del bambino, può provocare piccole o medie lacerazioni della pelle, fisiologiche, che facilitano il passaggio del corpicino.

Sono in parte prevenibili con l'allenamento del perineo durante la gravidanza e con la gestione fisiologica del parto, che dovrebbe favorire la donna nel non aver paura, rilassare la muscolatura e lasciare che questa si allenti senza forzature. 

In rari casi però, viene ancora praticata dal medico l'episiotomia, un taglio chirurgico che nei decenni scorsi veniva eseguito nella convinzione di favorire l'espulsione e la gestione delle ferite, e che invece oggi è sempre meno praticata per i maggiori problemi che al contrario, causa in fase di guarigione.

In ogni caso la guarigione di questo tipo di ferite può richiedere del tempo poiché si tenderà a mantenere le ferite nel chiuso e umido ambiente della biancheria intima e degli assorbenti che sono necessari a contenere le perdite ematiche post-parto (lochiazioni).

In tal senso sono da consigliare gli assorbenti lavabili che favoriscono la circolazione dell'ossigeno e mantengono l'ambiente più secco.

Alcuni Rimedi Naturali che proponiamo possono aiutare ad isolare e disinfettare la pelle lesionata ed aiutare a ridurre dolore e bruciore, ed anche la ricostruzione cellulare accelerando la guarigione.

 


Crediti Immagine: "post parto" di photokappa - Alcuni diritti sono riservati

 

Vota questo articolo
(1 Vota)
Le tipiche ferite post-parto, lacerazioni, tagli cesarei o episiotomie, possono provocare dolore, bruciore ed avere bisogno di cure ed attenzione per una pronta guarigione. I benefici dell'Olio di Iperico, noto per il potere disinfettante e cicatrizzante, sono conosciuti da tempo in ambito ostetrico nel trattamento post parto delle tipiche ferite e lesioni della pelle. Alcuni studi però hanno anche approfondito l'usabilità e l'efficienza di questo Rimedio Naturale, confermandone la bontà e portando quindi a diffonderne l'utilizzo. Nonostante l'uso tradizionale quasi millenario, sono pochi gli studi esistenti e quasi tutti su animali che, come il nostro pubblico sa, non ci interessano.…