Back to Top
Semi di Fieno Greco nel trattamento dell'iperglicemia
1. Introduzione 2. Cosa dicono gli studi 3. Come usarlo 4. Documentazone Introduzione Il Fieno Greco (Trigonella foenum-graecum) è utilizzato per scopi medicinali in varie tradizioni. Alcuni studi ha...
Olio Essenziale di Arancio Dolce nel trattamento del Bruciore di Stomaco e Gastrite
1. Introduzione 2. Cosa dicono gli studi 3. Come usarlo 4. Documentazone Il dolce Arancio Dolce L'estratto di buccia d'Arancia (citrus Aurantum o citris Sinensis) (Olio essenziale di Arancio Dolce) è...
Olio essenziale di Lavanda nel trattamento dell'ansia
1. Introduzione 2. Cosa dicono gli studi 3. Come usarlo 4. Documentazone Introduzione La Lavanda è uno dei più antichi alleati della salute umana, conosciuta ed utilizzata con metodo già nel Medioe...
Pulire il pavimento con i Rimedi Naturali: oli essenziali e acidi naturali
Nota Bene: questo articolo è (speriamo) piuttosto approfondito, quindi richiede un po' di tempo di lettura. Se state cercando solo e velocemente una ricetta per il lavaggio dei pavimenti, potete apri...
Estratto di Salice Bianco nel trattamento dell'Artrosi
Un estratto per combattere il dolore dalla notte dei tempi L'Estratto di Salice Bianco è legato alla tradizione ed alla mitologia così profondamente e da così tanto tempo, da poter essere considera...

La Clorofilla Liquida è citata da più fonti come un alimento capace di migliorare le funzionalità del sangue, ossigenando e migliorando il metabolismo del Ferro. Essa è definita come emoglobina vegetale ma i meccanismi attraverso cui agisce in caso di anemia e nella prevenzione dell'anemia non sono sufficientemente stati chiariti.

Venerdì, 09 Gennaio 2015 00:00

Per una Alimentazione di Ferro: Mangia Erba!

Parlare di ferro ed anemie oggi, significa prendere atto della crescente incidenza del problema nella società occidentale ed al fatto che ad essa si tende a porre rimedio con la logica della "pasticca salvifica": pacchetti di integratori alimentari presenti in bellavista in tutti i supermercati, fruibili facilmente senza tenere in considerazione i rischi (di apporto eccessivo o derivanti da un metabolismo forzato di concentrazioni elevate di questo elemento) ed i noti effetti collaterali. 

In alternativa resiste l'antica idea di dover mangiare più carne, soluzione promossa a partire già dagli anni '50 come utile a contrastare e prevenire le anemie dipendenti dallo scarso apporto di nutrienti legati al metabolismo del ferro (o dall'inefficiente assorbimento) e di cui le conoscenze moderne stanno analizzando e scoprendo le falle.